Quando finisce un amore!

Pubblicato il da wendylugo

http://www.iovalgo.com/wp-content/uploads/2011/05/Fine-di-un-amore.jpgNon c'è nessuno modo per salutare qualcuno che ti ama senza farlo soffrire. Non c'è nessun modo per lasciare qualcuno che sente il diritto di averti senza farlo arrabbiare. Al mondo esistono pochi esseri umani adulti, indipendentemente dall'età, in grado di accettare le scelte degli altri, pur nella sofferenza che queste talvolta provocano; e anche questi pochi, nel momento del distacco, soffrono. Per chi viene lasciato, l'abbandono è un terremoto: la casa crolla, sei senza protezione. per chi viene lasciato, il dolore è una condanna ed è una medicina: il pianto brucia l'angoscia, ripulisce l'anima. Solo dopo si potrà pensare a ricostruire la propria vita, una nuova casa. L'alternativa è congelare le emozioni, restare muti di fronte alle macerie; il rischio è restare muti per sempre. Se lasci qualcuno che ti ama, devi capire questo suo dolore: l'amore di chi lasci per un nuovo sogno o una nuova vita può essere cieco, sordo, muto e testardo, ma non è colpa tua. Lo capira, quando sarai tu a paingere su una porta che si chiude lasciandoti solo. Sii dolce e inflessibile, non tramutare il tuo amore di ieri in cattiveria, non alimentare false speranze in chi è pronto ad aggrapparsi a tutto, pur di sperare in un futuro ancora insieme. Sparisci, se non c'è altro che puoi fare. Ricorda: sei tu il tuo unico possesso, gli altri, anche se non lo sanno, anche se non lo vogliono sapere, sono liberi. Forse un giorno se ne accorgeranno, forse no, ma non dipende da te.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post