"La dieta e donna"

Pubblicato il da wendylugo

http://static.piusanipiubelli.it/articoliGallery/730/240/img100.jpgMi rifiuto di condividere il mondo con le donne che non hanno bisogno di dieta. Non posso accettarlo. E 'scandaloso, immorale, impossibile. E 'una questione di principio: se devo pensare che alcuni mangiano tutto ciò che vogliono senza subire le conseguenze, non voglio vivere.

Supponiamo che le donne possono essere ordinate secondo quanto mangiano, in alto quelle che provano solo bocconcini (chi dimentica il pranzo, per esempio) e negli altri, parte inferiore ce la dona golosa, che come me sogna orge notturne di focaccine dolci. Nel mezzo ci sono le magre (quelle che non ingrassano mai) ma che passano la vita a dieta, e le grosse rassegnate.
Coloro che interessano a me, sono quelle che fano dieta tutta la vita, possono essere grasse o magre. La silhouette non è importante. Alcuni fanno digiuno, altre si affidano a una forza superiore, altre se ingannano da sole mentre prendono i kg persi poco a poco. Tutte sono a suo modo diverse, ogni una crede in un dio differente. Tuttavia, c'è qualcosa che le unisce. Dimagriscano o ingrassano, sono destinate a fare dieta per tutta la vita, e a differenza del resto del mondo, no vengono identificate per quello che fano, ma per quello che non riescono a fare, “ per essere più chiari, per quello che non mangiano.

La grassa negatrice
filosofia: "Preferirei avere qualche chilo in più, ma godere della vita, no come quelle ragazze che passano il tempo contando le calorie tutto il giorno"
La negatrice passa la sua giornata guardando i programmi di cucina (la prova del cuoco, cotto e mangiato, il gambero rosso etc.) e provando le loro ricette, credendo che invece di un tossicodipendente inarrestabile, è un buongustaio. Non considera i suoi eccessi gastronomici come un problema, ritiene che quando si desidera perdere peso, lo fa senza molto inconvenienti.
Tuttavia, il problema, è che non s’impegnano mai, non si pesano mai, e non vedono mai che la quantità che mangiano e troppa, perché pensano che i ristoranti servano piatti piccoli per allungare il bilancio o che pacchetti di pasta che dicono "fa cinque porzioni" sono in realtà per uno.
La negatrice fa sempre dieta da sola, a casa, senza consultare nessuno, misurando la sua perdita di peso in base alla taglia del pantalone per evitare di affrontare la realtà amara della bilancia. Sceglie le versioni estreme, come la dieta della luna, o la dieta Watkins, ma dopo due giorni, quando ci si sente una sirena, la lascia.
La grassa dietomane
filosofia: "Sì, la maionese light si può mettere di più”.
A differenza del precedente la dieto mane a la sensazione di essere a dieta di quando a dodici anni. Dico "sensazione", perché se vivesse veramente a dieta, sarebbe magra.
Anche se a volte ha solo cinque kg di sovrappeso la dieto mane a già provato tutti tipi di trattamenti, l'agopuntura, pillole, l'attività fisica estrema. Ogni volta che si avvia un nuovo regime, dice molto eccitata questa volta e differente, non ha fame, che non fa fatica a farlo e che è la soluzione della sua vita.
Tuttavia, essi sono solo parole. Due settimane dopo comincia inspiegabilmente a fallire, smette di pesarsi, aggiungere un po’’di cibo e altre delizie della dieta light. Delicatezze, che, d'altra parte, anticipano un triste fallimento e un incontro previsto con pasto pieno di tutti i prodotti lini che si trovano nel mercato.
Come sopra, vive anche di cucina, ma per sostenere una progettazione dietetica placebo, fa tutti i tipi di ricette in versione light, per torte, meringhe e dolci a base di latte in polvere, edulcorante, gelatina insapore ed essenze, che anche se hanno meno calorie rispetto alle versioni normali, sono estremamente ingrasso comunque.
È la numero uno al consumo di tutta la gamma di assurdità sul mercato. Da 0% di grassi crema a basso contenuto di grassi salumi e, sebbene noto per essere l'inganno vile, preferisce non credere che anche quelle ingrassano se mangiate in grandi quantità.
La grassa ossessiva
filosofia: "Invece di mangiare il gelato, io preferisco mangiare una barretta ai cereali + 1 bicchiere di latte con cacao amaro e dolcificante + 1 banana media, che ha le stesse calorie"
L'ossessivo conoscere le calorie in tutti gli alimenti come un fanatico religioso che ha imparato la Bibbia a memoria. Hanno le loro teorie di combinazioni d’ingredienti che accelerano il metabolismo, tisane diuretiche e altri incantesimi (l'amore, la gelatina e le mele, ad esempio, ma mai mescolare la pasta con le proteine) e subisce un amore-odio con carboidrati patologica.
Inoltre, vive in una negoziazione constante calcolando le calorie e l'impatto di ciò che si mangia come un agente di borsa. Pensa alla palestra non più come fonte di salute ma sistema di calorie al del rimborso aperto. Se mangi un piatto di pasta, per esempio, e 600 calorie consumate a pranzo, il pomeriggio va in palestra per bruciare 300 calorie per consentirsi una più succulenta cena.
Com'è prevedibile, lei e quella che ingrassa e dimagrisse a modo yo-yo, arrivando a una sola conclusione come ben lo sapete e quella di: ingrassare.
La grassa affabulatrice
filosofia: "Ragazze, ragazze, io mi sento troppo grassa"
L'affabulatrice è sottile, è molto magro. La sua attività principale è quella di dire ai suoi amici avete mangiato un sacco, imitando la dimensione del cibo con il contorno delle dita. Tuttavia, chiunque abbia mai visto il suo mangiare, sa che sta mentendo, giura che ha mangiato un milione di torte, significa: in realtà ha rubato una forchettata del piato del fidanzato.

Per dimostrare ai suoi amici la veridicità di questa grandissima mangiata di torta, l'affabulatrice ogni volta da prova: fisica di questo si contorce, afferra la pelle del ventre, la rotola e la esibisce davanti a tutti dicendo “come sono grassa”.
Se le sue amiche parlano di fare dieta, lei non sopporta di rimanere fuori, e anche se non ha nulla da perdere, si propone di andare tutti insiemi in palestra per iniziare tutto lo stesso giorno. Se, tuttavia, parlare con rassegnazione su quanto, si mangia, si morde le labbra e scuote la testa mentre ripete che per lei non ce soluzione, le piacciono molto anche cioccolatini.
La grassa falsa
filosofia: "Un po’’non fa nulla" "Domani solo liquidi”.
E un disegno complicato vive per riorganizzare ciò che si mangia come un evasore fiscale. Ogni volta che si rompe la dieta, piuttosto che ricominciare o imporsi una disciplina, “ pensa " mangiare mezza banana in più e come se avesse mangiato una banana prima più grande" o "non né così sbagliato, è frutta, è acqua. "

Lentamente modifica e deformare l’ordine delle parole dieta, con tale maestria che anche lei è convinta che non perda peso perché ha un problema metabolico. Se il medico le dice di bere 100 cc di latte scremato il giorno, iniziare a bere il latte intero, poi cambiato in yogurt, ricotta dopo da allora per 100 grammi di formaggio.
“Rimanda il problema o attribuisce sempre il fallimento della dieta ad’ altri motivi. Promette se stessa gli allenamenti per il giorno dopo, giura che il cioccolato ha sulla mano sarà l'ultimo e tornerà senza mangiare nulla di un invito a cena, ma non riesce mai a mantenere queste promesse.
Infine, ci sono alcuni meno interessante, ma altrettanto reale: La terrorista (che consuma solo Coca light i pomodorini e la luce per paura di ingrassare), orale (che continua a parlare di calorie, nutrienti, colesterolo, mentre si mangia un hamburger in un fast food) e infine la madre repressiva (che era grassa da giovane, adesso perseguita la sua giovane figlia grassoccia di otto anni per farla iniziare lunedì con lei la dieta della luna).

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post